CHE COS’È IL PAI?

 

Il PAI, previsto dalla Direttiva del 27 dicembre 2012 e dalla C.M. n. 8/2013, è proposto dal Gruppo di lavoro per l’inclusione (GLI) e viene approvato dal Collegio dei docenti. E’ parte integrante del POFT e “fotografa” lo stato dei bisogni educativi /formativi della scuola e le azioni che si intendono attivare per fornire delle risposte adeguate.

 

A QUALI SCOPI RISPONDE?

Il PAI conclude il lavoro svolto collegialmente dall’Istituto ogni anno scolastico e costituisce il fondamento per l’avvio del lavoro dell’anno scolastico successivo. Ha lo scopo di:

· garantire l’unitarietà dell’approccio educativo e didattico della comunità scolastica

· garantire la continuità dell’azione educativa e didattica anche in caso di variazione dei docenti e del dirigente scolastico

· consentire una riflessione collegiale sulle modalità educative e sui metodi di insegnamento adottati nella scuola.

 

PERCHÉ REDIGERLO?

La redazione del PAI, come pure la sua realizzazione e valutazione, è l’assunzione collegiale di responsabilità da parte dell’intera comunità scolastica sulle modalità educative e i metodi di insegnamento adottati nella scuola, per garantire l’apprendimento di tutti i suoi alunni.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.